AIS

2017/10

Per una «Grand Historical Sociology». Metodi di un’analisi storico-sociale


Questo articolo esamina i contributi metodologici di quattro tra i più eminenti historical sociologists del XX secolo: Philip Abrams, Charles Tilly, Perry Anderson e Immanuel Wallerstein. La ragione della scelta dei soggetti dell’analisi risiede nelle differenze che li contraddistinguono, differenze utili a rivelare la natura complessa di una scienza storico sociale in grado di analizzare organicamente la complessità dell’intessuto umano. Tale scelta è inoltre dettata dalla sostanziale inconsistenza o irrilevanza scientifica che tali modi analitici hanno giocato all’interno del panorama delle scienze storiche e sociali italiane nonostante il loro grande potenziale esplicativo.

A call for a «Grand Historical Sociology». Methods of historical social analysis

The article briefly investigates the methodological contributions to historical sociology made by four eminent social scientists: Philip Abrams, Charles Tilly, Perry Anderson and Immanuel Wallerstein. These figures were chosen for the different approaches that characterise their work, which reveal the multifaceted nature of a science capable of probing the complexity of human societies. But, on the other hand, the underlying motive is propelled by the actual weakness and scientific nothings of analytic modes of this sort within the Italian historical and social sciences, none the less their own powerful explanatory potential.

Parole chiave: Historical sociology, Scienze storico-sociali, Metodologia di ricerca, Scienza della complessità, Immaginazione sociologica, Methodology, Science of complexity, Historical social system, Sociological imagination

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.