AIS

2017/10

Da Blumer alla ricomposizione del metodo (From Blumer to the reunification of method), di Rita Bichi


Blumer ha spesso scritto su temi di metodologia della ricerca sociale, anche criticando molto severamente talune pratiche in uso nel corso della sua attività. La sua disapprovazione circa il metodo ha fatto luce sulla ricerca di tipo survey, ma anche sui criteri di raccolta e analisi come quelli del «contadino polacco» di Thomas e Znaniecki. Si possono dedurre molti spunti dai suoi scritti, principi dai quali iniziare a stabilire line di azione, sempre relative alla ricerca sul campo. Il suo pensiero è ancora attuale? Quali considerazioni si possono trarre da esso? È possibile ricomporre il metodo?

From Blumer to the reunification of method

Blumer often wrote about issues of methodology in social research, sometimes harshly criticizing practices in use during his career. His disapproval of method has shed light on survey research and also on methods of collection and analysis such as those of the Polish peasant by Thomas and Znaniecki. His writings provide many insights which can be used to establish lines of action related to fieldwork. Are his ideas topical, and what can we draw from them? Is it possible to reunify method?

Parole chiave: interazionismo simbolico, Blumer, Metodi, Ricerca qualitativa, Symbolic interactionism, Methods, Qualitative research

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.

  • Articolo
  • pp:183-190
  • DOI: 10.1485/AIS_2017/10_OTTOBRE_3429642
Indice

Archivio della rivista